Login
Sei qui: Home

Invalidità civile e inabilità al lavoro. Possibile compatibilità

Negli accertamenti per invalidità è necessario distinguere fra quelli che possono essere richiesti per invalidità civile e quelli per invalidità lavorativa:
Per quanto riguarda l'invalidità civile, possono accedere tutte le persone, senza limiti di età e indipendentemente dell'attività lavorativa. In questo caso per ottenere le prestazioni economiche, non sono richiesti requisiti contributivi trattandosi di prestazioni assistenziali. Infatti, come sopra indicato, le prestazioni assistenziale vengono concesse al solo titolo della patologia o menomazione indipendentemente dalla attività lavorativa e contributiva. 
Per inabilità lavorativa s'intende gli accertamenti a cui possono accedere le persone affette da malattie oncologiche solo nel caso svolgano attività di lavoro. Tali accertamenti saranno effettuati dagli enti previdenziali di appartenenza (INPS/INPDAP). In questo caso per presentare richiesta di riconoscimento dell'inabilità è necessario essere in possesso di un minimo di anni di anzianità contributiva, dal momento che si tratta della concessione di trattamenti previdenziali. In altre parole, le pensioni o assegni che verranno concesse in questo caso sono subordinati alla presenza di un minimo di anni di contribuzione.
Pertanto, le prestazioni assistenziali si distinguono da altre tipologie di prestazioni concesse per invalidità che presuppongono una posizione lavorativa del soggetto e prevedono trattamenti economici erogati dalle diverse Casse di Previdenza e dagli Istituti assicurativi obbligatori.
I trattamenti previdenziali, infatti, per quanto riguarda la concessione dell'inabilita e invalidità lavorativa, pur basandosi sugli stessi requisiti di stato di salute (infermità fisica o mentale), sono subordinati, oltre al requisito sanitario, anche alla presenza del requisito di anzianità contributiva.
Incompatibilità
E', comunque, importante evidenziare che dal momento che la persona disabile può accedere diversi riconoscimenti per invalidità, gli stessi possono dar luogo ad alcune forme di incompatibilità e incumulabilità sia nel caso degli accertamenti sia nella concessione dei benefici economici.

Leggi tutto...

INDENNITA' FREQUENZA

Invalidi civili: l'indennità mensile di frequenza

L'indennità di frequenza, provvidenza a favore degli invalidi minorenni, è stata istituita dalla Legge 11 ottobre 1990, n. 289.

L'indennità di frequenza non viene erogata in Provincia Autonoma di Bolzano, dove è invece previsto, a favore dei minori invalidi parziali, la concessione di uno specifico assegno mensile (Euro 430.84 mensili/13 mensilità). Leggi tutto...

Pagina 1 di 8

Condividi su:

Share to Facebook Share to Twitter Share to Linkedin Share to Myspace Share to Delicious Share to Google 

Consulenza online